martedì 15 dicembre 2015

LA REGOLA DELLE 4 R E LA DIFESA DEL CREATO NELLE RELIGIONI


Proviamo ad immaginare di applicarle in situazioni concrete a tutti i rifiuti che produciamo. Tutto sarà più semplice.
1. RIDUZIONE: Produrre meno rifiuto. COME? Scegliendo prodotti costituiti da minor materiale di imballaggio, portando da casa la borsa della spesa, servendosi di prodotti ricaricabili, ecc.
2. RIUTILIZZO: Utilizzare più volte una cosa prima di gettarla via. COME? Usando contenitori con vuoto a rendere, recuperando certi tipi di imballaggi, trovando nuovi usi, ecc.
3. RICICLO: Trasformare nuovamente il materiale. COME? Selezionando i rifiuti, adottando la raccolta differenziata, informandoci, ecc.
4. RECUPERO: Valorizzare il rifiuto come una risorsa per ricavare energia. COME? Bruciando il legno nel caminetto per produrre calore, producendo oggetti completamente diversi da quelli di partenza, come giochi per i bimbi, ecc.

LE RELIGIONI DEL LIBRO E LA DIFESA DELLA NATURA

Nel cristianesimo custodire e proteggere il creato è presente questa dimensione, che però non trova riscontri nei vangeli. Abbiamo però personaggi simbolo come Francesco d'Assisi che hanno sempre evidenziato l'importanza del rispetto per gli animali e la natura.

Nella religione Ebraica sono moltissimi i precetti con indicazioni pratiche che invitano al rispetto dell'ambiente specialmente nel libro dei Numeri dove sono presenti alcuni esempi.


Nel Corano si trova per esempio l'obbligo di Hima, ovvero di istituire riserve naturali all'interno delle quali non si possono abbattere gli alberi, uccidere gli animali, negare alle creature l'accesso all'acqua. Queste riserve vengono custodite da un Imam e chi le custodisce viene consacrato alla vita eterna, perché nella religione islamica rispettare ambiente e natura è un atto meritevole.

Nessun commento:

Posta un commento