domenica 19 gennaio 2014

IO SCELGO IN POSITIVO!! 5 buone ragioni per Scegliere l'IRC

Carissimi,
In questi giorni nelle scuole si svolgono gli Open Day, un momento in cui la scuola si apre per farsi conoscere presentando le strutture, i mezzi ma soprattutto l'Offerta Formativa. Di conseguenza dal  momento che molti si apprestano ad iscriversi ad un nuovo  ordine  scolastico,  voglio offrirvi  qualche spunto  di  riflessione  per  scegliere  con  piena consapevolezza l'IRC. Lo faccio anche per rispondere a coloro che credono che questa materia sia qualcosa di inutile nella laica scuola italiana e che quindi debba essere abolita in quanto è, per queste persone, un prolungamento della Catechesi. Forse è anche per questo che, a volte  questa  scelta o non scelta  viene  fatta  in  modo  affrettato,  senza  una  piena  comprensione  di  ciò  che  si  sceglie o non si sceglie, scambiandola  con  una  semplice  opportunità  offerta  dalla  Scuola  o  come  qualcosa  che  assomiglia  al  catechismo  in  Parrocchia.

1.L’insegnamento  di  Religione  è  un’ora  curriculare,  cioè  una  disciplina  scolastica  vera  e  propria,  che  si  avvale  di  docenti  sempre  più  preparati  e  attenti  alla  vita  dei  ragazzi.  Fa  parte  quindi  dell’orario  scolastico  e  delle  discipline  scolastiche  a  tutti  gli  effetti.  La  legislazione  infatti  recita: “La  Repubblica  Italiana,  riconoscendo  il  valore  della  cultura  religiosa  e  tenendo  conto  che  i  principi  del  cattolicesimo  fanno  parte  del  patrimonio  storico  del  popolo  italiano,  continuerà  ad  assicurare,  nel  quadro  delle  finalità  della  scuola,  l’insegnamento  della  religione  cattolica  nelle  scuole  pubbliche  non  universitarie  di  ogni  ordine  e  grado”.

2. La  nostra  diocesi  è  una  realtà  multi - culturale  e  multi - religiosa:  è  importante  che  i  nostri giovani conoscano  bene  le  tradizioni,  la  cultura  e  la  religione  che  ha  segnato  le  radici  dell’Italia, per  essere  capaci  di  dialogo  con  tutti.  Per  questo  durante  l’ora  di  Religione si  conoscono  anche  le  altre  culture, le Religioni e non a caso in molte realtà sono sorte collaborazioni con le Comunità Religiose non cristiane presenti sul territorio. Nella nostra Scuola, ad esempio, collaboriamo con la Comunità Ebraica e con quella Islamica (CO.RE.IS.) di Milano in dei percorsi educativo - didattici (con visite guidate nei luoghi di culto), mirati a far comprendere ai nostri ragazzi la storia, la cultura, le tradizioni e la spiritualità di ciascuna di queste religioni. Ciò può essere motivo di arricchimento per ogni studente che conoscendo una cultura e una religione diversa dalla sua può aprirsi all'accettazione dell'altro e in molti casi può anche prevenire quelle derive sociali derivate dalla non accettazione del diverso (anche in ambito religioso).

3. Gli  Insegnanti  di  Religione,  attraverso percorsi di  aggiornamento  presso Università accreditate dal MIUR per la formazione in Servizio degli insegnanti e con i Corsi di Aggiornamento proposti dal Servizio IRC della Diocesi sono  sempre  attenti  alla  persona,  coniugando  l’aspetto dell’istruzione (ambito metodologico - didattico) con quello dell’educazione (ambito psico - pedagogico). Questo perché l'IRC é una materia che mira allo sviluppo integrale della Persona umana senza tralasciare nessun aspetto per un pieno accrescimento delle sue Competenze in tutti gli ambiti.

4. L’IRC nella  Scuola  italiana  è  una  preziosa  opportunità  culturale  ed  educativa, perché  guida  i  ragazzi  a  scoprire  le  radici  della  storia,  dell’arte  e  della  cultura con agganci alle altre discipline di studio;  li  aiuta  a  rispondere  alle  domande  di  senso  che  tutti  - appartenenti  ad  ogni  popolo,  cultura  e  religione  - portiamo  nel  cuore:  “Chi  sono  io?  Da  dove  veniamo?  Che  senso  ha  la  vita?  Perché  esiste  la  morte?  Cosa  c’è  dopo  la  morte?  Come  affrontare  la  vita?  Cosa  c’entrano  gli  altri  con  me?”.  Una  ragazza  o  un  ragazzo  che  impara  ad  affrontare  le  grandi  domande  della  vita,  vivrà  in  modo  molto  più  sereno  i  momenti  della  crescita.  Non  solo:  se  scopre  il  perché  di  quello  che  fa  e  di  quello  che  vuole  essere,  se  impara  ad  avere  uno  scopo  nella  vita,  se  ha  capito  che  tutta  l’esistenza  è  un  cammino  di  ricerca,  allora  la  vita  appare  nella  sua  bellezza  e  lo  studio,  la  cultura  sono  l’occasione  per  compiere  questo  itinerario. Ed è anche per questo che nella nostra scuola collaboriamo da 2 anni con l'Associazione di Volontariato Dutur Claun V.i.p. Onlus, formata da un gruppo di Volontari specialisti in Clownterapy e che svolgono attività nel territorio milanese sviluppando e gestendo progetti legati al sostegno sociale, attraverso la terapia del sorriso. Attraverso il progetto denominato RH Positive, aiutati dai volontari dell'associazione, i giovani possono comprendere il grande valore del volontariato per essere in futuro cittadini responsabili e Vivere In Positivo la propria vita.

5. L'IRC é l'UNICA materia che si può scegliere, infatti, rispetto a tutte le altre discipline che sono obbligatorie, per l'IRC il dinamismo della scelta gioca un ruolo fondamentale proprio perché si tratta di una materia che investe tutto l'essere della persona in tutti gli ambiti della sua vita. Questo però non vuol dire che bisogna per forza "credere" in una determinata confessione (cristiana nello specifico) proprio in ragione della tipicità propria della materia che nei suoi programmi nazionali, approvati dal MIUR, specifica la prospettiva culturale che tale insegnamento deve avere. Quindi l'IRC non è un prolungamento del Catechismo che si svolge esclusivamente in Parrocchia e a tal proposito si sottolineano le buone percentuali di adesioni di alunni stranieri e di altre religioni che scelgono l'ora di Religione proprio in ragione di questa prospettiva culturale intrinseca che in molti casi permette loro di integrarsi meglio nel gruppo classe e di conoscere aspetti della cultura e delle tradizioni presenti nel nostro paese da Nord a Sud.

Quindi al momento della Scelta ricordatdevi di queste 5 buone ragioni al fine di fare una Scelta in positivo, perché l'ora di Religione é fatta di 60 minuti che per qualcuno possono essere pochi, ma vi assicuro che ogni istante é aperto ad uno dei misteri che l'uomo fin dagli albori dell'umanità cerca: il senso della vita.

Prof. RH2014
#gioia2014

Nessun commento:

Posta un commento