Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

«Caro Paolo...», la lettera corale di denuncia del magistrato Scarpinato

In occasione del ventunesimo anniversario dell'uccisione del magistrato Paolo Borsellino, la regista Donata Gallo regista e la casa di produzione Palomar, hanno realizzato un filmato tratto dalla lettera di denuncia del magistrato Roberto Scarpinato che lui stesso lesse - il 19 luglio 2012 - in occasione del ventesimo anniversario della strage in via D'Amelio.

Un anno dopo Andrea Camilleri, Maya Sansa, Marco Bellocchio, Benedetta Tobagi, Toni Servillo, Francesca Inaudi, Francesca Rosi, Dacia Maraini, Nicola Piovani, Anna Bonaiuto e Don Luigi Ciotti hanno prestato la loro voce e il loro viso per rileggere quelle parole così forti e per non dimenticare mai il sacrificio di un uomo giusto quale fu Paolo Borsellino. Per i followers del blog propongo di fermarsi per 19 minuti. Credetemi ne vale la pena!! Clicca qui per vedere il video.
A presto!
Prof.RH

ITALIANI O NON ITALIANI, QUESTO É IL PROBLEMA

Come, ogni paese civile, anche l'Italia dovrebbe dare il diritto ai bambini stranieri nati nel nostro paese di essere cittadini italiani fin dalla nascita. Studiano nelle nostre scuole, ed alcuni sono anche miei alunni, parlano l'italiano meglio di certi ragazzini (e lo scrivono che vi assicuro non é poco) e molte volte questo è l'unico paese ad aver mai visto. Però per qualche "politico" o pseudo tale, la cosa deve essere valutata e studiata come se ci siano italiani di serie A e italiani di serie B.
Altri poi vengono fuori con frasi del tipo:《Aiutiamoli nei loro paesi!》. Giustissimo, ma in parte perché questi esseri umani non hanno bisogno della nostra compassione. Cominciamo invece a restituire loro quanto gli abbiamo sottratto e continuiamo a sottrargli con le multinazionali che sfruttano manodopera a basso costo o i loro giacimenti minerari. L'Africa, per esempio, é un continente ricchissimo eppure gli africani devono scappare dalla miseria, dalle guerre…