domenica 19 maggio 2013

In viaggio su un mare di legalità






In migliaia sbarcheranno a Palermo con le Navi della Legalità, il prossimo 23 maggio, per ricordare il sangue versato da Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e dagli agenti di scorta, uccisi per difendere lo Stato dalla mafia.
Tantissimi saranno gli studenti, di oltre 800 scuole da Nord a Sud Italia, che  hanno aderito al nuovo concorso del MIUR e della fondazione Falcone destinato alle scuole…
Tema del bando di quest'anno è: ''Geografia e legalità. Sconfiggere le mafie nella mia regione''. Un modo concreto per offrire ai ragazzi, nel ventunesimo anniversario delle stragi di Capaci e via d’Amelio, un approccio più specifico verso il proprio territorio. Dovranno fornire una mappatura delle illegalità nelle varie regioni attraverso elaborati, tesine, interviste, filmati,  disegni, video, arricchiti da documenti messi a disposizione dalla fondazione Giovanni e Francesca Falcone o da interviste e ricerche effettuate interpellando magistrati, esperti e rappresentanti delle istituzioni del proprio territorio. Si avrà così una geografia virtuale che sarà oggetto e tema del convegno del 23 maggio.


CI SAREMO ANCHE NOI!!!
Il nostro Istituto infatti è risultato vincitore della fase regionale (è stato l’unico Istituto per la Scuola Secondaria I Grado a superare la selezione) e parteciperà alle celebrazioni  del 23 maggio a Palermo, prendendo parte al viaggio sulla Nave della Legalità con partenza da Napoli.  Le docenti L. Ercoli, R. Esposito e P. Fregoni, responsabili del progetto, e gli alunni delle classi terze: Bilardo Serena, Damiani Valeria, Danova Sabrina, Mattioli Aurora, Milani Andrea e Torraco Loris, avranno il compito di rappresentare  l’Istituto Comprensivo Statale di Mediglia.


La “mano - ragno”, nera, insidiosa e sottile, nervosa, con dita che sembrano artigli mentre tessono una fitta ragnatela su Milano imprigionando le guglie del Duomo… e la “mano-bianca”, forte e sicura quando spezza l’inesorabile  rete di intrighi e potere restituendo alla città il suo legittimo panorama. Così si è voluta simboleggiare graficamente la tematica indicata dal concorso di quest’anno ed il percorso seguito.
La tematica del concorso ha permesso di mettere a fuoco il d.lgs n°109/96. Nel nostro territorio, infatti, un bene appartenuto ad un clan della mafia, sequestrato e confiscato dalla DIA, diventerà centro diurno per ospitare bambini con disabilità autistiche. Il lavoro ha  particolarmente coinvolto i nostri alunni che vivono il territorio, i docenti, i genitori e anche le istituzioni che hanno fornito materiale e documenti autentici.


Cari ragazzi e cari colleghi...sono fiero di Voi e sono sicuro che porterete alto il grande valore legalità per il quale molti grandi uomini hanno dato la vita!!!!


Grazie di cuore da parte mia e da parte di tutta la scuola!!
Buon viaggio!!
Prof. Religion Hour

Nessun commento:

Posta un commento