Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

L'imposizione delle ceneri: significato e curiosità

Con l'espressione Mercoledì delle Ceneri (o Giorno delle Ceneri o, più semplicemente, Le Ceneri), si intende il mercoledi precedente la prima domenica di Quaresima che, nelle chiese cattoliche di rito romano e in alcune comunità riformate, coincide con l'inizio stesso della Quaresima, ossia il primo giorno del periodo liturgico "forte" a carattere battesimale e penitenziale in preparazione della Pasqua cristiana. In tale giornata, pertanto, tutti i cattolici dei vari riti latini sono tenuti a far penitenza e ad osservare il digiuno e l'astinenza dalle carni. Proprio in riferimento a queste disposizioni ecclesiastiche sono invalse alcune locuzioni fraseologiche come carnevale (dal latinocarnem levare, cioè "eliminare la carne")[1] o martedì grasso (l'ultimo giorno di carnevale, appunto, in cui si può mangiare "di grasso"). La parola "ceneri" richiama invece in modo specifico la funzione liturgica che caratterizza il primo giorno di…

Due facce della stessa medaglia

La scena che segue si è svolta sul volo della compagnia British Airways tra Johannersburg e Londra. Una donna bianca, di circa 50 anni, prende posto in classe economica di fianco a un uomo di colore. Visibilmente turbata, chiama l'hostess. «Che problema c'è signora?» chiede l'hostess. «Ma non lo vede? - risponde la signora - mi avete messo a fianco di un nero. Non sopporto di rimanere qui. Assegnatemi un altro posto». «Per favore, si calmi - dice l'hostess - perché tutti i posti sono occupati. Vado a vedere se ce n'è uno disponibile». L'hostess si allontana e ritorna qualche minuto più tardi. «Signora, come pensavo, non c'è nessun altro posto libero in classe economica. Ho parlato col comandante e mi ha confermato che non c'è nessun posto neanche in classe executive. Ci è rimasto libero soltanto un posto in prima classe». E, prima che la donna avesse modo di commentare la cosa, l'hostess continua: «Vede, è insolito per la nostra compagnia p…

La crisi economica mondiale: parola agli studenti

In questi giorni siamo abbiamo fatto un piccolo sondaggio ponendo diverse domande a molti studenti come noi, dai più piccoli ai nostri coetanei, sulla crisi economica mondiale. Dal sondaggio è emerso quanto segue: Il 70% degli alunni sapevano descrivere la crisi economica però 30% tuttora non saprebbero rispondere al quesito, cosa abbastanza sconcertante visto che la crisi sta entrando nelle casa di tutti noi. Adesso però vi chiedere che cosa e' la crisi: ebbene ve lo spiegheremo in parole poverissime per far capire anche ai meno interessati... Nel 2008 i mutui delle banche vivevano un grande periodo, perché tutti investivano sul gli immobili e cosi tutti volevano mutui e la banca speculava sul denaro. Cosi la gente doveva continuare a pagare soldi che non aveva e quindi le banche avevano degli immobili senza valore e non avevano i soldi dai clienti e si ritrovarono in bancarotta... Da li tutti i titoli di stato americani e mondiali subirono un grave crollo e si entrati in crisi. An…

Alle origini del carnevale ambrosiano

Dove si osserva il rito ambrosiano, ovvero nella maggior parte delle chiese dell’arcidiocesi di Milano e in alcune delle diocesi vicine, la Quaresima inizia con la prima domenica di Quaresima; l’ultimo giorno di carnevale è il sabato, 4 giorni dopo rispetto al martedì in cui termina dove si osserva il rito romano. La tradizione vuole che il vescovo sant’Ambrogio fosse impegnato in un pellegrinaggio e avesse annunciato il proprio ritorno per carnevale, per celebrare i primi riti della Quaresima in città. La popolazione di Milano lo aspettò prolungando il carnevale sino al suo arrivo, posticipando il rito delle Ceneri che nell’arcidiocesi milanese si svolge la prima domenica di Quaresima. In realtà la differenza è dovuta al fatto che anticamente la Quaresima iniziava dappertutto di domenica, i giorni dal mercoledì delle Ceneri alla domenica successiva furono introdotti nel rito romano per portare a quaranta i giorni di digiuno effettivo, tenendo conto che le domeniche non erano mai stati …

La danza della neve

Sui campi e sulle strade
silenziosa e lieve
volteggiando, la neve
cade.
Danza la falda bianca
nell'ampio ciel scherzosa,
Poi sul terren si posa
stanca.
In mille immote forme
sui tetti e sui camini,
sui cippi e sui giardini
dorme.
Tutto d'intorno è pace;
chiuso in oblio profondo,
indifferente il mondo
tace.
(A. Negri, Poesie)